A Morano Calabro dove le prospettive sono impossibili

Ai piedi del Monte Serra nella vallata del Carbonaro a Morano Calabro si trova l’azienda Dolci Pascoli di Giuseppe Barletta. Una passione, quella per l’arte della caseificazione, che ha radici lontane. «Nei secoli scorsi la pastorizia rappresentava la principale fonte di sostentamento in queste zone e si tramanda che qui a Morano ci si dedicasse alla produzione di formaggi sin dall’Ottocento. La mia famiglia alleva da sempre pecore e capre. Ad oggi abbiamo più di 600 capi, tutti appartenenti a razze autoctone, e produciamo formaggi biologici di antica tradizione, avvalendoci però delle più moderne tecnologie che garantiscono elevati standard qualitativi». Il nome dell’azienda deriva proprio dalla caratteristica di questi pascoli le cui erbe variegate sono molto dolci e per questo gradite agli animali. Il sapore di questi formaggi è il sapore del Pollino: «Il Marsatico di Morano, un pecorino di latte crudo che cambia sapore a seconda della stagione e di cosa si cibano le pecore sui pascoli. O ancora la Felciata, un formaggio storico (lo chiamavano il formaggio dei nobili), che si produce d’estate, quando ci sono le felci su cui viene steso in strati sottili e conservato in cestelli fatti di gelso». Giuseppe è fortemente legato al Parco e al suo territorio, «Senza un contesto così salubre e incontaminato, difficilmente potremmo produrre formaggi biologici di certificata qualità. Inoltre il Parco ci aiuta molto nella comunicazione rendendo i nostri prodotti più visibili al di fuori dei confini territoriali». Se gli si chiede qual è il suo luogo del cuore, risponde senza indugio Morano Calabro: «Uno dei centri storici più suggestivi e integri della Calabria, assomiglia ad un presepe con tutte le viuzze che salgono verso l’antico castello, un puzzle di archi, sottopassi, scalinate e soprattutto, come ha ricordato Vittorio Sgarbi, di quelle prospettive impossibili che hanno ispirato l’incisore olandese Cornelis Escher. Annoverato tra i Borghi più belli d’Italia, Morano è considerato la Perla del Pollino. In pochi lo sanno, ma si dice che Morano detenga il 65% di tutte le opere d’arte presenti in Calabria. Andate a vedere le quattro statue in marmo del Bernini custodite nella Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo. Oppure visitate la Collegiata di Santa Maria Maddalena, dove si può ammirare una pregevole opera dello scultore Antonello Gagini e il preziosissimo polittico realizzato da Bartolomeo Vivarini alla fine del 1400».

 
DOLCI PASCOLI s.a.s.
di Barletta Giuseppe & F.llo
C.da Carbonaro, 9 – 87016 Morano Calabro (CS)
TEL: 0981 30108