Trame Festival, la voce di un’Italia che non vuole stare in silenzio

Trame Festival, la voce di un'Italia che non vuole stare in silenzio

Scrittori, giornalisti, magistrati, studiosi, registi, attori e musicisti si incontreranno dal 18 al 22 giugno nelle piazze di Lamezia Terme per la 4° edizione di Trame, il festival di libri sulle mafie diretto da Gaetano Savatteri e promosso dalla Fondazione Trame con la collaborazione dell’Associazione Antiracket Lamezia ONLUS. Oltre quaranta appuntamenti in cui letteratura, inchiesta, cinema e teatro interagiranno per promuovere la cultura della legalità e della lotta alle mafie.
Le mani sulla città, è il tema con cui il festival quest’anno si rivolge al suo pubblico. Ispirandosi al celebre film di Francesco Rosi, uscito cinquant’anni fa, Trame.4 offre un programma ricco di appuntamenti sul fenomeno delle espansioni delle mafie nelle grandi città, come Milano, Roma, Napoli e il resto d’Italia.
Tra gli ospiti, magistrati come Nicola Gratteri, Alessandra Cerreti, Michele Prestipino, Giancarlo Caselli, Vincenzo Lombardo, Antonio Ingroia, Sebastiano Ardita, Michele Creazzo; studiosi ed esperti come Enzo Ciconte, John Dickie, Francesco Forgione, Salvatore Lupo, Giovanni Fiandaca, Vittorio Coco, Nando Dalla Chiesa; giornalisti e scrittori come Claudio Fava, Marco Travaglio, Sergio Rizzo, Attilio Bolzoni, Antonello Caporale, Maurizio De Giovanni, Santo Piazzese, Carmine Abate, Carmelo Sardo, Raffaella Calandra; registi e sceneggiatori come Mimmo Calopresti, Gualtiero Peirce, Andrea Purgatori, Monica Zapelli. E ancora, tanti testimoni di storie di impegno e coraggio come Piera Aiello, Caterina Chinnici, Gianluca Manca, Maria Carmela Lanzetta, Francesca Miscimarra, Raffaella Ottaviano, Elena Ferraro, Elisabetta Belgiorno.
Tutti gli incontri di Trame.4 sono gratuiti e hanno luogo dal pomeriggio fino a tarda sera, in spazi pubblici nel cuore della città. Agli incontri, aperti al confronto con il pubblico, si affiancano laboratori e progetti paralleli rivolti ai più giovani.