Mostri a Venezia

Mostri a Venezia
Venezia, aprile 2013 - Le grandi navi da crociera invadono la città – La nave da crociera Celebrity Silhouette passa davanti al centro storico © Gianni Berengo Gardin - Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia
Venezia, agosto 2013 - Le grandi navi da crociera invadono la città – La MSC Divina passa davanti al centro storico © Gianni Berengo Gardin - Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia

Venezia, agosto 2013 – Le grandi navi da crociera invadono la città –
La MSC Divina passa davanti al centro storico
© Gianni Berengo Gardin – Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia

Questo mio nuovo lavoro vuole essere un atto di denuncia e un gesto d’amore per la mia città d’adozione. Il passaggio delle grandi navi nel cuore di Venezia non rappresenta solamente uno sfregio alla bellezza e un ennesimo, eclatante, episodio nella trasformazione della città in una mera immagine da cartolina, in uno sfondo per selfie. Rappresenta un grave pericolo per uomini ed edifici, una irrimediabile aggressione al suo già fragile equilibrio ambientale.” Gianni Berengo Gardin

In mostra a Villa Necchi Campiglio nel cuore di Milano, ventisette fotografie di Gianni Berengo Gardin scattate tra il 2012 e il 2014, che ritraggono il quotidiano usurpante passaggio di mastodontiche navi da crociera nel Canale della Giudecca di Venezia.
La mostra è organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Fondazione Forma per la Fotografia e Contrasto.

 

 

MOSTRI A VENEZIA
“Le grandi navi fotografate da Gianni Berengo Gardin irrompono a Villa Necchi Campiglio”
Fino al 28 settembre 2014
Milano, Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14

 

Venezia, aprile 2013 - Le grandi navi da crociera invadono la città – La nave da crociera Celebrity Silhouette passa davanti al centro storico © Gianni Berengo Gardin - Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia

Venezia, aprile 2013 – Le grandi navi da crociera invadono la città –
La nave da crociera Celebrity Silhouette passa davanti al centro storico
© Gianni Berengo Gardin – Courtesy Fondazione Forma per la Fotografia