La questione Capitale

La questione Capitale

Un tema suggestivo ed affascinante, quello scelto per LuBec 2015, giunto alla sua undicesima edizione grazie a Fondazione Promo P.A. e che si terrà giovedì 8 e venerdì 9 ottobre al Real Collegio di Lucca: Capitale Culturale e Capitale Umano. L’innovazione al servizio della Cultura.

Uomo, cultura e tecnologia: una triade magica e strategica, una formula vincente capace di coniugare arte e tecnologia, sempre però con la persona al centro a sancire la sacralità del pensiero, passato, presente e futuro, unito alla storia e all’innovazione.

Un circuito virtuoso che non può prescindere da uno dei tre elementi che lo costituiscono.
Perché l’Italia nonostante la ricchezza di beni culturali che la distinguono non riesce ad esprimere tutto il suo potenziale in termini di business? Perché in tante delle nostre più prestigiose realtà manca uno di questi elementi? E perché altri paesi, con minori attrattive culturali, ottengono afflussi e gradimento superiori ai nostri? Perché la sinergia fra pensiero strategico manageriale, bene da promuovere e tecnologia, con l’attenzione alle persone obiettivo diventa un motore potente e invincibile di successo.

Ecco dunque che nell’undicesima edizione di Lubec si seguirà questo fil rouge alla ricerca delle soluzioni vincenti. Perché se è vero che la “struttura più profonda del Paese è costituita dalla fusione tra bellezza e risultato dell’agire umano”, mettere in relazione il nostro patrimonio culturale con gli obiettivi di sviluppo dell’Italia innovando nel metodo e nella tecnologia, vuol dire ripensare creativamente la promozione e la gestione del patrimonio.

Memo seguirà alcuni incontri di questa due giorni e avrà modo di parlarvene nuovamente nelle prossime settimane.

Giovedì mattina seguiremo i tre focus della sessione plenaria, in cui i protagonisti tematici saranno gli incentivi previsti per la cultura e l’innovazione dei musei fra pubblico e privato.

Tanti i workshop che cominceranno giovedì pomeriggio e proseguiranno nella giornata di venerdì.

Nel pomeriggio ci concentreremo sul workshop condotto da Ettore Pietrabissa, Direttore Generale di Fondazione Arcus: l’Art Bonus, un tema a noi caro. Vogliamo provare a capire quali siano i primi risultati raggiunti dopo un anno dall’emazione del decreto che prevede per i cittadini privati che vogliono fare una donazione al patrimonio artistico italiano un credito di imposta del 65% detraibile in tre anni. E che cosa ci si possa aspettare in futuro.

Venerdì mattina, invece, conosceremo le città Capitali Italiane della Cultura candidate per il 2016 e il 2017, ascolteremo i loro obiettivi, le loro storie, le motivazioni che le hanno spinte a candidarsi e quali le loro aspettative attraverso la voce di un loro rappresentante. Aquileia, Como, Ercolano, Mantova, Pisa, Pistoia, Parma, Trani, Terni e Spoleto sapranno raccontarsi in attesa del verdetto che arriverà nei prossimi mesi.

Infine, CREATHON, la maratona per creativi digitali arrivata alla sua seconda edizione: quest’anno, con il patrocinio di xpo e in collaborazione con Polo Tecnologico lucchese, chiederà ai partecipanti di promuovere l’integrazione della filiera enogastronomica con quella turistico-culturale, creando servizi e prodotti che conducano il viaggiatore-turista alla scoperta delle nostre grandi risorse. Memo guarderà anche a loro con attenzione e curiosità.