Quando la bellezza è un progetto da premiare

Quando la bellezza è un progetto da premiare

Ogni gesto, ogni luogo, ogni oggetto può (e dovrebbe) essere destinatario di bellezza, soprattutto quando si parla dell’Italia e del suo futuro. Fate spazio quindi alle idee e alle esperienze che hanno prodotto, producono o “progettano” di produrre nuova bellezza. Una bellezza in grado di valorizzare, ispirare e contagiare il nostro Paese. Restano ancora pochi giorni (c’è tempo fino al 23 novembre) per presentare il proprio progetto e partecipare al “Premio Sterminata Bellezza”, promosso da Legambiente, in collaborazione con Comieco, Fondazione Symbola e Consiglio nazionale degli architetti.
Giunto quest’anno alla seconda edizione, il concorso mira a premiare le scelte più coraggiose per combattere il degrado ambientale e culturale. Il riconoscimento è dedicato infatti a tutti quegli enti, associazioni, amministrazioni, imprese, aziende e cittadini che a vario titolo si sono spesi in progetti capaci di ridefinire la qualità dei contesti ambientali, sociali ed economici dei territori di appartenenza, generando benessere e accrescimento culturale, occupazione, tutela dei beni comuni, solidarietà.
L’Italia possiede un patrimonio di bellezza riconosciuto in tutto il mondo: la sfida non è solo quella di conservarla, contrastando la bruttezza che in questi ultimi decenni ha modificato (e mortificato) i nostri territori, ma produrne di nuova, perché sia la risorsa primaria per dare qualità al futuro, finalmente oltre l’orizzonte limitante della crisi.