Di cosa avremmo dovuto vergognarci?

Rohani in visita a Roma. È questa la notizia di oggi. Notizia che sicuramente ha una portata simbolica, politica e (speriamo anche economica) notevole: c’è Squinzi che parla di “opportunità formidabili in Iran”. Si stimano oltre 17 miliardi. Un bene. In prospettiva. Intanto noi per non suscitare la sua “sensibilità religiosa” e mettere in imbarazzo la “cultura iraniana” tutta, abbiamo scelto di coprire, anzi è più corretto dire “ingabbiare” con pannelli bianchi su quattro lati alcune statue colpevoli di essere dei nudi, durante la sua visita ai Musei Capitolini. Così per non offendere lui abbiamo offeso noi. Abbiamo in pratica scelto di mettere il burqa alla nostra cultura. Transeat l’ospitalità, transeat la prospettiva economica, la diplomazia politica, ma una domanda sorge spontanea: di cosa mai avremmo dovuto vergognarci?