Marisa e Mario Merz: 50 anni insieme
in mostra al Macro

Marisa e Mario Merz: 50 anni insieme<br/>in mostra al Macro
Marisa e Mario Merz presso la Galleria L'Attico, 1969_Foto di Claudio Abate

Coppia nella vita, coppia nel lavoro, coppia nell’arte: Marisa e Mario Merz hanno passato 50 anni insieme, segnando indelebilmente il paesaggio artistico del nostro Paese. Un rapporto il loro, partito all’interno dell’esperienza dell’Arte Povera, senza però mai vedere una separazione tra vita quotidiana e creazione artistica, un connubio alimentato da una strettissima relazione e un continuo scambio intellettuale, pur nella distinzione netta del lavoro individuale del singolo. Fino al 12 giugno il Macro di Roma rende omaggio a questi due grandi artisti con un’importante retrospettiva a loro intitolata: in mostra una selezione di opere che ripercorrono la loro storia e contraddistinguono la loro genialità. Dal neon di Mario Merz, per la prima volta esposto nella stessa posizione verticale per cui era stato progettato, ai suoi tavoli che dialogano con le installazioni in cera o sculture di Maria. La stessa Maria Merz ci viene raccontata sia attraverso le sue opere, caratterizzate da un forte sperimentalismo dei materiali, sia attraverso le fotografie curate da Claudio Abate che la ritraggono mentre è all’opera. Una sezione del percorso è dedicata poi agli ultimi dipinti di Maria che, vicina ai novant’anni, continua a seguire l’impulso vitale che solo l’amore per la creatività può dare.

La mostra promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con la Fondazione Merz – Torino vede esposte opere provenienti da prestiti dalla Fondazione Merz, dal MAXXI, dal Madre e da collezioni private e si avvale della consulenza curatoriale di Claudio Crescentini, Costantino D’Orazio e Federica Pirani.