Fabrizio visto da Massimo Bucchi, 1999. Dalla mostra «Segni De André» e volume omonimo a cura di Vincenzo Mollica, Edizioni Di, 1999.