Fotografia Europea 2016, parti dalla via Emilia e capisci il tuo mondo

©Klaus Kinold_Vedute di paesaggio sulla via Emilia_Courtesy Biblioteca Panizzi

La Via Emilia è sempre lì, attraversa tutta la Bassa, ti porta al mare, ti fa incontrare città, storie, persone, paesaggi. Per saperla raccontare, e raccontare bene, ci vogliono le parole e ci vogliono anche le immagini. Nel nostro caso, immagini che si portano dietro un universo di parole.
Sono passati trent’anni da quando Luigi Ghirri nel 1986 insieme ad un gruppo di fotografi e scrittori mise in mostra l’opera collettiva Esplorazioni sulla via Emilia in cui raccontava il “volto di un paese reale” segnando una pagina significativa della fotografia contemporanea.

Oggi si torna a raccontare la strada che il console romano Marco Emilio Lepido fece realizzare per collegare in linea retta Roma a Piacenza, più di due secoli prima della nascita di Cristo.
Fino al 10 luglio la città di Reggio Emilia ospita infatti la IX edizione del Festival FOTOGRAFIA EUROPEA che quest’anno ruota appunto attorno al tema La via Emilia. Strade, viaggi, confini: si tratta di una riflessione sulla strada, partendo proprio dalla grande arteria romana che va “dal fiume al mare” per approdare alle vie del mondo, ai luoghi di transito e di confine nella società odierna.

Come affermano i curatori Diane Dufour (direttrice Le Bal, Parigi), Elio Grazioli (Università degli studi di Bergamo) e Walter Guadagnini (Accademia di Belle Arti di Bologna): «La via Emilia. Strade, viaggi, confini non intende soltanto aggiornare le immagini di trent’anni fa, ma soprattutto evidenziare come in questi tre decenni siano cambiati tanto il mondo quanto i modi di rappresentarlo, in particolare quanto siano cambiate la pratica e la teoria fotografica, il linguaggio attraverso il quale si esprime oggi chiunque utilizzi uno strumento fotografico, le “strade” sono dunque contemporaneamente anche quelle della fotografia, i suoi confini, le sue frontiere, i suoi transiti».
In programma conferenze, spettacoli, educational e varie iniziative interamente dedicate alla fotografia ma soprattutto tante, tantissime mostre: 35 esposizioni nel circuito ufficiale, cui si affiancano le sei organizzate dai nuovi partner e le oltre 300 dell’Off.

Il collaborazione con il festival, a partire da oggi, MEMO vi racconterà tutte le mostre di FOTOGRAFIA EUROPEA 2016. Il programma completa è disponibile sul sito della manifestazione.

 

Fotografia Europea è un progetto promosso e organizzato dal Comune di Reggio Emilia con la Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la Fondazione Palazzo Magnani, la Fondazione Pietro Manodori, la Camera di Commercio di Reggio Emilia e Apt Servizi Regione Emilia Romagna. Special sponsor della manifestazione è Iren, main sponsor sono Gruppo Cariparma Credit Agricole, Coop Alleanza 3.0, MAST, CarServer, I Petali. Emak sponsor per la mostra “Nature Attraverso” di Paolo Gioli e la conferenza-presentazione del libro di Joan Fontcuberta alla presenza dell’autore.