Happy birthday CSAC!

Era il 23 maggio dello scorso anno quando l’Università di Parma inaugurava il nuovo percorso espositivo permanente dello CSCAC, il Centro Studi e Archivio della Comunicazione che ha sede in quella Abbazia di Valserena, meglio conosciuta come Certosa di Paradigna e famosa ai lettori di tutto come “La Chartreuse de Parme” grazie al romanzo di Stendhal a lei intitolato. Un percorso espositivo che mette in mostra oltre 600 opere tra disegni, sculture, dipinti, installazioni, manifesti, fotografie, abiti, costumi, maquettes, prototipi e oggetti di design e vanta un patrimonio archivistico di oltre 12 milioni di pezzi: la più vasta e complessa raccolta di materiali originali della cultura visiva e progettuale del nostro Paese.

Sabato e domenica (21-22 maggio) per festeggiare il primo compleanno è in programma un week-end ricco di incontri, mostre laboratori, visite guidate e proposte culturali. E il biglietto di ingresso è per l’occasione fissato ad un prezzo ridotto di 5 euro.

Tra gli appuntamenti in programma, ricordiamo sabato mattina alle 10 la visita guidata alle zone solitamente nascoste dell’archivio e dell’Abbazia: un itinerario alla scoperta delle testimonianze architettoniche e decorative in parte ora celate dagli ampliamenti successivi, per immaginare la vita quotidiana e l’organizzazione della giornata, tra preghiera e lavoro, dei monaci.
Sempre sabato, ma nel pomeriggio alle 17 è prevista una lectio magistralis di Giovanni Chiaramonte, uno dei fotografi di Esplorazioni sulla via Emilia, da sempre legato alle vicende dello CSAC, e qui approfondirà i temi della mostra appena inaugurata, Esplorazioni dell’archivio. Fotografie della Via Emilia, curata da Paolo Barbaro e Claudia Cavatorta e inserita all’interno dell’edizione 2016 di Fotografia Europea.

Domenica mattina alle 11 è poi la volta della conferenza La Mano della pittura, durante la quale l’artista  Concetto Pozzati presenterà in anteprima il suo progetto di allestimento della cappella Pittura Materia Téchne dell’Archivio-Museo CSAC. La conferenza fa parte delle CSAC lectures, il programma di incontri con i protagonisti del mondo della cultura, del progetto e delle arti visive.
Sempre domenica alle ore 11.00 è in programma il laboratorio CSAC per le famiglie, con visite interattive alle collezioni rivolte ad adulti e bambini dai 5 anni.

Il week-end si chiuderà negli spazi della chiesa e della sala delle colonne con Ti presento un’opera, un intero pomeriggio in cui curatori e ricercatori saranno a disposizione dei visitatori e racconteranno brevemente un’opera al pubblico, da una prospettiva unica.

Luoghi di cui abbiamo parlato in questo articolo

CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione