Soft Economy? Se ne parla nelle Marche al Festival di Symbola

Soft Economy? Se ne parla nelle Marche al Festival di Symbola

Comincia oggi nelle Marche la quarta edizione del Festival della Soft Economy (Macerata 5 luglio – Treia 6, 7 luglio), promosso da Fondazione Symbola in collaborazione con Consorzio Aaster, Comune di Macerata e le Università di Camerino e di Macerata.
Qualità, innovazione, creatività, coesione, economia circolare per competere: eccoli i temi al centro dell’edizione di quest’anno, che vedono appunto nella forza di cultura e creatività i fattori di sviluppo, nelle potenzialità del digitale la dimensione generativa ed esponenziale dell’innovazione e nell’Appennino uno straordinario laboratorio per ragionare del ruolo delle montagne del Mediterraneo.
Come spiega infatti Fabio Renzi, segretario generale di Symbola: «Per vincere le sfide del futuro e rispondere alle inquietudini e alle paure che hanno prodotto la Brexit è ancora più urgente tornare all’economia reale e alla realtà dei territori e della società. Per questo l’Italia deve saper coniugare la storica capacità dei suoi territori e delle sue imprese a produrre bellezza e qualità con le innovazioni necessarie. Cultura e creatività, green economy, coesione sono i tre traccianti che rendono più forti le imprese italiane nel mondo, capaci di rispondere ai nuovi orientamenti etici e culturali che emergono dalla società e dall’economia».

Come da tradizione, l’8 e il 9 luglio, sempre a Treia, seguirà il Festival il Seminario estivo di Symbola, giunto alla sua XII edizione e quest’anno dedicato al tema “Accadde domani – Dai talenti dell’Italia le sfide del futuro”.

Una sei giorni densissima di appuntamenti per un programma che ha visto il coinvolgimento di 30 partner, 13 sponsor, 15 supporter ma soprattutto la partecipazione di oltre 150 relatori: oltre alle tre sessioni del Seminario Estivo – dove interverranno oltre 40 relatori – nelle tre giornate del Festival della Soft economy sono previsti oltre 120 relatori, che si alterneranno sul palco tra tavoli tematici, plenarie, convegni, esposizioni e momenti dimostrativi.