From Rome, with love and (he)art

PARTICOLARE - Robert Indiana Love 1966-1999 Scultura, alluminio policromo (red and gold), 91,5x91,5x45,75 cm. AP 3/4. Courtesy: Galleria d'Arte Maggiore, G.A.M., Bologna, Italia. by SIAE 2016

L’autunno romano si colora dei colori dell’amore … e delle forme dell’arte contemporanea.
Dal 29 settembre il Chiostro del Bramante ospita infatti LOVE. L’arte contemporanea incontra l’amore, una mostra curata da Danilo Eccher e caratterizzata da una forte connotazione internazionale: per la prima volta saranno riuniti nella Capitale i più importanti artisti dell’arte contemporanea internazionale, da Yayoi Kusama a Tom Wesselmann, da Andy Warhol a Robert Indiana e Gilbert & George, passando per Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn e Francesco Clemente, per non dimenticare Vanessa Beecroft, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Ragnar Kjartansson, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Joana Vasconcelos.

Un percorso espositivo non convenzionale che coinvolgerà il pubblico attraverso molteplici sollecitazioni ed input visivi e percettivi, e che comprenderà opere dai linguaggi fortemente esperienziali, come All the Eternal Love I Have for the Pumpkins della Kusama, artista tra le più instagrammate al mondo.

Fil rouge di LOVE (il colore questa volta non è casuale) è appunto l’Amore, così come è stato indagato, rappresentato, rielaborato, declinato e sperimentato dagli artisti presenti. Un amore felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile.

Ma il vero protagonista della mostra sarà il pubblico che sarà invitato a riappropriarsi degli spazi espositivi, divenendo fruitore e divulgatore allo stesso tempo, avendo la possibilità di fotografare liberamente tutte le opere esposte e ovviamente di condividerle sui social: l’hashtag ufficiale non poteva che essere #chiostrolove.