A Roma la terza edizione del Forum Internazionale di Turismo e Cultura

A Roma la terza edizione del Forum Internazionale di Turismo e Cultura
Basilica di Pompei- Fonte: Wikipedia - Autore: Mentnafunangann

Il legame che unisce insieme turismo e cultura è ormai ovvio ed evidente a tutti, non solo agli “addetti ai lavori”: chiunque sa che rappresentano i principali fattori di attrattività e, soprattutto, riconoscibilità del nostro Paese, tanto che sono considerati come le due facce imprescindibili di una stessa medaglia. Ma se questo nesso è così chiaro ed indiscutibile, non così palesi e scontate sono le attività da porre in atto per renderlo un propulsore effettivo dell’economia, creatore di nuove, indispensabili, e più che altro, sostenibili sinergie.

Proprio queste saranno le tematiche protagoniste della terza edizione del “Forum Internazionale Turismo e Cultura“, promosso dalla Fondazione Biagio Agnes, intitolata al noto giornalista e direttore RAI mancato nel 2011 e presieduta dalla figlia Simona Agnes, in programma martedì 28 marzo a Roma presso la Residenza di Ripetta.

Il concetto di “cultura” abbinato al turismo è proprio l’aspetto su cui concentrarsi e da cui partire per porre in atto il concetto di “sostenibilità”: se dar vita a un turismo sostenibile significa creare nuovi asset tesi a salvaguardare il territorio con le sue peculiarità e le sue tradizioni, per fare questo è imprescindibile studiare, recuperare e rendere viva la cultura di un luogo. Solo così il turismo potrà diventare un reale volano dell’economia, contro il turismo di massa e di basso livello, condannato a distruggere se stesso e il suo patrimonio.

Su questi aspetti si incentreranno le due tavole rotonde, una mattutina e una pomeridiana, che coinvolgeranno le istituzioni, gli imprenditori del settore alberghiero e la stampa.

La prima, dal titolo “L’importanza dei Beni Culturali per il Turismo nazionale”, porrà l’accento sulla fruizione turistica dei beni culturali: sarà moderata da Emilio Albertario, caporedattore centrale del Tg2, e vedrà la partecipazione di Antimo Cesaro, sottosegretario di Stato del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Bernabò Bocca, presidente Federalberghi; Ugo de Carolis, amministratore delegato Aeroporti di Roma Spa; Nicola Maccanico, vicepresidente Associazione Civita; Michele Pontecorvo, Ferrarelle Spa; Giuseppe Scognamiglio, direttore Eastwest.

La seconda tavola rotonda vuole invece porre in risalto il danno provocato dall’offerta ricettiva turistica di serie B: dal titolo “La concorrenza sleale del turismo ombra. Servono regole uguali per tutti, efficace sistema di controllo, revisione della tassa di soggiorno”, sarà moderata da Michele Renzulli, caporedattore Economia Tg1, e vi parteciperanno Michele Baldi, capogruppo al Consiglio regionale del Lazio, membro Commissione Cultura, Politiche giovanili, Spettacolo, Sport e Turismo; Antonio Barreca, direttore generale Federturismo Confindustria; Paolo Crisafi, direttore generale Assoimmobiliare; Graziano Debellini, presidente “TH Resorts”; Giuseppe Gagliano, presidente Federalberghi Salerno; Roberto Naldi, presidente “Roberto Naldi Collection”; Walter Pecoraro, presidente Federalberghi Lazio; Ottavia Ricci, consigliera per il Turismo Sostenibile del Ministro Dario Franceschini.

Nell’ambito della manifestazione verrà anche assegnato, come consuetudine, il “Premio Biagio Agnes Turismo e Cultura” a tre esponenti del mondo del giornalismo italiano: quest’anno i premiati saranno Giuseppe Cerasa, direttore delle Guide ai sapori e ai piaceri d’Italia di Repubblica; Ettore Mocchetti, storico direttore di AD e direttore di Traveller; Silvestro Serra, direttore delle riviste del Touring Club Italiano.

L’evento si svolge con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio, della Federturismo Confindustria, della Federalberghi, della Federalberghi Lazio, della Federalberghi Roma e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, con la partecipazione della Rai in qualità di Media Partner; fa parte delle iniziative che la Fondazione Biagio Agnes si impegna a incoraggiare e promuovere nel campo della cultura, dell’informazione e della comunicazione in ogni suo aspetto, con particolare riferimento al mondo dei giornalisti, che Biagio Agnes ha sempre sostenuto con grande impegno ed entusiasmo.

Per il perseguimento delle proprie finalità la Fondazione si propone di sviluppare rapporti di collaborazione con istituzioni culturali, altri enti e organismi pubblici e privati che condividano i suoi stessi obiettivi e valori.