Dal mondo
al Bologna Children’s Book Fair

Bologna Children's Book Fair

Dal 1° al 4 aprile prossimi, nel rinnovato e ampliato quartiere fieristico di BolognaFiere, si terrà la 56^ edizione del Bologna Children’s Book Fair (BCBF), la più importante manifestazione dedicata all’editoria per bambini e ragazzi. Uno dei settori che trainano l’intero mercato del libro a livello internazionale, ma soprattutto in Italia. Del resto, secondo i dati offerti dall’AIE (Associazione Italiana Editori) per l’anno 2018, si potrebbe dire che lettori si nasce e non si diventa, se ben il 91% dei bambini italiani di età compresa tra i 4 e i 9 anni legge libri, percentuale che scende all’88% per la fascia d’età compresa tra i 10 e i 14 anni.

In sostanza, non appena un bambino si impadronisce della capacità strumentale della decifrazione dei segni, con entusiasmo la usa. Chissà che cosa mai ci succederà in seguito, per precipitare al 65,4% di media nazionale nella popolazione dai 14 ai 75 anni, e scivolare così nei piani bassi della classifica europea – dietro di noi solo Slovenia, Cipro, Grecia e Bulgaria.

Se riuscissimo a coltivare il rapporto sereno, confidente e fiducioso verso la parola scritta e, in generale, verso l’oggetto libro, che hanno bambini e ragazzi, forse saremmo sulla buona strada. Anche perché, per dirla con Jorge Luis Borges, “il libro è una delle possibilità di felicità che abbiamo noi uomini”.

 

LA PIÙ GRANDE FIERA DELL’EDITORIA PER BAMBINI E RAGAZZI

Anche l’edizione di quest’anno vedrà la partecipazione di espositori provenienti da tutto il mondo. Scopo di questo appuntamento, ormai irrinunciabile per prestigio e vastità della platea dei soggetti che vi partecipano, è la conoscenza a tutto tondo dell’offerta editoriale nazionale e internazionale – dai testi alle illustrazioni – delle opere proposte dagli editori più grandi, come da quelli più piccoli. Sarà possibile dunque scambiare copyright, analizzare le prospettive di sviluppo del settore e insieme individuare le direttrici creative più stimolanti, sia sulla carta sia sul digitale.

Le importanti partnership internazionali consolidate dal Bologna Children’s Book Fair consentiranno, inoltre, di ampliare in modo significativo e prezioso il raggio di azione dei vari attori coinvolti, grazie alla creazione di un network internazionale che si darà appuntamento prima a New York – dal 29 al 31 maggio prossimi, con il New York Rights Fair (NYRF) – , quindi a Shangai – dal 15 al 17 novembre prossimi, con il China Shangai International Children’s Book Fair (CCBF). Al mercato cinese, uno dei più fiorenti a livello globale, verrà anche dedicato uno specifico incontro, che vedrà la presentazione di un’approfondita indagine sul panorama editoriale per ragazzi in Cina.

 

MOSTRE E CONVEGNI. TRA ILLUSTRAZIONI E GRANDI TEMI

All’interno della manifestazione di Bologna, verrà dato ampio risalto al mondo delle illustrazioni, con l’allestimento – al solito, non convenzionale – della “Mostra Illustratori”, che vedrà la partecipazione di 76 artisti selezionati da 27 Paesi e regioni; e delle tre Personali degli autori Igor Oleynikov, Vendi Vernić, e Masha Titova, autrice, fra l’altro, con Chialab della visual identity di questa edizione della Fiera. A queste si aggiungerà la mostra dedicata all’illustrazione nazionale della Svizzera, paese ospite d’onore di questa edizione, dal titolo “L’ABC della Svizzera”, con la presenza di 26 autori che testimonieranno e giocheranno con la varietà linguistica dei cantoni.

Il programma della fiera prevede inoltre un ricco calendario di conferenze e workshop – 250 nei quattro giorni – temi che intercettano e promuovono le novità più interessanti a livello culturale e letterario. Quest’anno i temi centrali saranno: “Parole e colori della cultura afroamericana”, con una mostra dedicata al premio Coretta Scott King, che da 50 anni riconosce le migliori opere di autori e illustratori afroamericani; “Il ritorno della scrittura a mano”, affrontato in collaborazione con SMED – Scrivere a Mano nell’Era Digitale – per indagare sul ritorno e sul valore pedagogico della scrittura a mano e del ruolo che essa sempre più spesso riveste negli albi illustrati; e, infine, “Le donne e ‘le grandi donne’ nella letteratura per ragazzi”, con una serie di analisi dedicate alla nuova rappresentazione narrativa delle figure femminili.

Ampio spazio verrà infine dedicato alla presentazione di interessanti novità editoriali italiane, con la presenza degli autori. Da “Rime rimedio”, libro di filastrocche di Bruno Visentin, edito da Salani, a “Le avventure di Don Chisciotte”, di Roberto Piumini per Mondadori, con le illustrazioni di Roberto Visentin, a “Lucas dalle ali rosse” di Cecilia Randall per Dea, con le illustrazioni di Clarissa Corradin, soltanto per fare alcuni nomi.

 

Il programma completo della ricchissima manifestazione è consultabile sul sito

Bologna Children's Book Fair

Bologna Children’s Book Fair, 1-4 aprile 2019, BolognaFiere.

www.bolognachildrensbookfair.com