All Routes Lead to Rome
per un turismo lento
e sostenibile

All Routes Lead to Rome

Dal 1° al 17 novembre torna “All Routes Lead to Rome – Tutte le strade portano a Roma”, il Meeting internazionale degli Itinerari, delle Rotte, dei Cammini e delle Ciclovie, nato nel 2016 e giunto quest’anno alla IV edizione. Tre settimane di eventi, passeggiate e pedalate letterarie,  escursioni, conferenze e incontri “in modalità diffusa” nella capitale. Obiettivo stimolare una riflessione condivisa sull’importanza della mobilità dolce e del turismo sostenibile, come nuovi paradigmi del viaggio.

La manifestazione si svilupperà secondo due direttrici parallele per stimolare in diverse forme la partecipazione e il protagonismo dei cittadini che vorranno prendervi parte: R2R Talks, con convegni, seminari, tavole rotonde e momenti informali di convivio; e R2R Walks, con aperture straordinarie di luoghi inconsueti, visite guidate, attività all’aria aperta con anche ciclo escursioni, trekking urbano e discese del Tevere in canoa. Al via dunque un fitto programma di appuntamenti pubblici che vede il coinvolgimento di più di 100 partner, 30 eventi e 20 location diverse, nel segno dell’accessibilità gratuita e universale e sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo e del CONI.

Da quest’anno il meeting è entrato nel partenariato globale delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile e potrà contribuire alla strategia dell’SDG 11, che si propone di rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili, e dell’SDG 17, finalizzato a rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

“All Routes Lead to Rome” aderisce alla Carta internazionale del camminare, con lo scopo di promuovere un miglioramento degli stili di vita della salute e del benessere nelle città e nei territori attraverso la affermazione di un vero e proprio diritto al camminare.
Uno degli obiettivi di questa quarta edizione, che si propone di essere all’insegna del consolidamento del percorso fin qui tracciato, è la costituzione della prima Piattaforma Nazionale Condivisa per la Mobilità Dolce per un turismo sostenibile, con la partecipazione attiva di tutte le regioni italiane.
“La mobilità dolce rappresenta una grande opportunità per tutti i nostri territori – spiega il segretario generale della rete di cooperazione internazionale Cammini d’Europa, Federico Massimo Ceschin – per realizzare una stabile crescita economica e sociale attraverso l’integrazione dei molteplici e stupendi fattori naturali, paesaggistici e artistici del Paese con le risorse tecniche, finanziarie, culturali, sociali e imprenditoriali di ciascuna comunità locale”. La mobilità dolce, quindi, “è un driver per valorizzare il patrimonio paesaggistico, artistico, enogastronomico italiano – continua Ceschin –, ma anche uno strumento di innovazione sociale. Concetto che sarà trasversale a tutti i temi che affronteremo durante il meeting”.

Fra i temi nuovi di questa edizione spicca il turismo fluviale, al quale il 2 novembre sarà dedicato un convegno internazionale dal titolo “Il Tevere: le rotte fluviali e il turismo sostenibile”, che si svolgerà su una sede galleggiante lungo il fiume e con i relatori che arriveranno in canoa. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’associazione Marevivo e la Discesa Internazionale del Tevere. Un altro tema che sarà sviluppato più diffusamente è quello del turismo religioso, mentre nell’ambito di All Routes ci sarà anche la premiazione del premio Go Slow di Co.Mo.Do e saranno indicati i vincitori delle call “Great places to walk” e “Great places to bike”.

Due i focus sulle Regioni: uno dedicato alla Puglia e l’altro all’Emilia Romagna, che saranno studiate come modelli virtuosi di turismo lento e sostenibile alla presenza di rappresentati delle istituzioni regionali e di esperti del settore.
Il 16 novembre infine avrà luogo l’ormai tradizionale Meeting annuale della board nazionale degli itinerari, delle rotte, dei cammini e delle ciclovie: un progetto di rete “liquido”, informale, aperto che attualmente conta più di 60 realtà territoriali ed è “a disposizione di tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo del nostro Paese in chiave sostenibile”.
Il primo appuntamento di “All Routes Lead to Rome” sarà domani, 1° novembre alle 9.30, presso il ristorante “Al biondo Tevere” all’Idroscalo per una pedalata letteraria che ripercorrerà l’ultimo viaggio di Pier Paolo Pasolini, lungo il sentiero ecologico che va da Roma ad Ostia. Meta il Parco letterario intitolato allo scrittore friulano, dove verranno letti brani di alcune sue opere.

Il programma del Meeting è consultabile qui