La felicità attraverso la sostenibilità.
Benvenuti al Festival della Crescita

Festival della Crescita

Si può raggiungere la felicità attraverso la sostenibilità? Assolutamente sì. Anzi, si può progettare felicità facendo viaggiare i due concetti di pari passo. Designing Happiness non è solo un titolo, ma anche il senso del progetto e il filo conduttore del programma della tappa di Milano del Festival della Crescita, che avrà luogo nel capoluogo lombardo fra giovedì 17 e sabato 19 ottobre.

Il Festival della Crescita è un progetto itinerante curato e realizzato da Future Concept Lab con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti di crescita e sviluppo di tutta la penisola. Lanciato nell’ottobre 2015 a Milano in occasione dell’Expo, con l’edizione 2019 rilancia la sua vocazione di “progetto in crescita”, attraversando l’Italia per creare un dialogo pro-attivo tra i diversi attori dell’innovazione.

L’appuntamento milanese con il Festival, che giunge nella fase finale del Tour 2019, rilancia il ruolo di sintesi dell’edizione in corso, di luogo di incontro e scambio tra i vari protagonisti incontrati lungo il cammino. La felicità sarà considerata da un punto di vista progettuale e declinata attraverso gli aspetti più importanti della contemporaneità, dall’educazione alla convivenza, dalla salute alla mobilità, fino alla sostenibilità. Costruire progetti felici e sostenibili sarà uno degli argomenti principali delle tre giornate di Festival.

Il Festival della Crescita di Milano si articola in un doppio appuntamento: giovedì 17 ottobre presso Le Village by Crédit Agricole, in Corso di Porta Romana 61; venerdì 18 e sabato 19 ottobre presso il Palazzo delle Stelline, in Corso Magenta 61.

Il Festival si apre nel pomeriggio di giovedì 17 con una serie di incontri presso Le Village by Crédit Agricole: l’evento sarà dedicato ad alcuni temi caldi della contemporaneità, tra l’innovazione tecnologica e la sfera umana/sociale. Nell’arco dei vari incontri i relatori offriranno interpretazioni concrete del concetto di Progettare felicità, dal punto di vista scientifico, creativo, imprenditoriale e strategico.

Luigi Gia, responsabile di Affari & Finanza de La Repubblica, condurrà l’evento di apertura con la partecipazione di rappresentanti di Crédit Agricole e di Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab e curatore del Festival, il quale contestualizzerà e analizzerà il tema centrale. Questo sarà poi trattato nei quattro contributi successivi esplorandone diverse declinazioni: l’architetto e designer Mario Trimarchi parlerà di Abitare felicemente, Antonio Nicita di AgCom illustrerà Big Data. Come stanno cambiando il mondo, Cosimo Accoto del MIT racconterà Il mondo ex machina e l’altro architetto e designer Michele De Lucchi chiuderà la giornata con Earth Stations Many Hands.

Il Festival prosegue venerdì 18 e sabato 19 ottobre al Palazzo delle Stelline, con due giornate di incontri, idee e partecipazioni. Le sale del Festival, attorno al grande chiostro, diventano spazi di incontro e scambio con educatori, studenti, imprese, startup, istituzioni e associazioni.

Nella prima giornata, venerdì 18, la Sala Visions Hall ospiterà una serie di dialoghi e convivi sul tema della Felicità creativa alla mattina e della Felicità sostenibile nel pomeriggio. Al mattino Gianpaolo Barozzi di Cisco condurrà il dialogo Hello Future, Geoffrey Davis di Digital Bros Game Academy racconterà L’arte del videogioco e gli esperti di robotica Valeria Cagnina e Francesco Baldassarre di OFpassiON ci spiegheranno perché Nothing is impossible. Nel pomeriggio, fra i tanti, il Presidente di Fondazione Symbola Ermete Realacci illustrerà il progetto L’Italia in 10 selfie 2019 e Academia Berlucchi curerà il convivio Territori sostenibili, con la curatrice Caroline Corbetta, Paolo Corvo dell’Università di Scienza Gastronomiche di Pollenzo, il giornalista del Corriere della Sera Luca Zanini e il direttore di MEMO e di Italia Circolare Paolo Marcesini.

Nella Sala Cult Library inizieranno i laboratori dedicati a La mobilità si fa in 4, curati da Arval Italia e condotti da Valeria Cagnina, e sull’innovazione permanente per imprese e individui, mentre la Sala Open Hub sarà teatro di workshop sui temi Narrative Thinking e realtà immersive e Storytelling You.

Nella seconda giornata, sabato 19, la Sala Visions Hall sarà luogo di dibattito sulla Felicità del racconto alla mattina e sul Racconto della felicità nel pomeriggio. Quella del mattino sarà una lunga e articolata conversazione in cui saranno analizzate connessioni felici tra locale e globale, tra diversità e innovazione, tra parola e immaginazione e tra etica e potere della comunicazione. Evento principale sarà il convivio La memoria del futuro, a cura di VéGé, con l’amministratore delegato Giorgio Santambrogio e gli interventi di Alberto Cavalli di Fondazione Cologni, Enrico Fontana di Legambiente e Fabio Papa dell’Università degli studi di Macerata. La trama del pomeriggio intreccerà riflessioni dedicate a sensi e motivazioni della narrazione, con Duccio Demetrio della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, e dialoghi rivolti in particolare a Le nuove sfide del Design, con Giuliano Mosconi di Tecno e Zanotta e lo stesso Francesco Morace.

Nella Sala Cult Library, il sabato prosegue la programmazione dei laboratori sulla mobilità del futuro condotti da Valeria Cagnina. Tra mattina e pomeriggio, la sala ospita anche un paio di incontri a cura della Fondazione IBSA e di IBSA Institut Biochimique: Let’s Science, sul fumetto come strumento di divulgazione scientifica, e Parole Fertili. Pillole di teatro e riflessioni sulla genitorialità. Il tema dell’uomo e della cura della sua vita è al centro dell’incontro #LeParoleValgono, da un progetto di Treccani a cura delle giornaliste Isabella Ceccarini e Fabrizia Flavia Sernia. Nella sala Open Hub, Design e innovazione felice vengono infine elaborati all’interno di workshop e incontri diversi, rilanciando il filo conduttore Designing Happiness.

L’intero Festival della Crescita è aperto al pubblico e la partecipazione agli appuntamenti è gratuita. Per saperne di più, consultare il sito ufficiale dell’evento.