Colosseo

Colosseo
By Diliff (Photograph by Diliff, edited by Vassil) [CC BY-SA 2.5 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5)], via Wikimedia Commons

Indirizzo

Piazza del Colosseo, 00184 - Roma

Contatti

Tel.:
Sito web: Colosseo

Orari di Apertura

  • Dal Lunedi al Venerdi: 09:00 -18:00

Social

«Il Colosseo, la più bella rovina di Roma, termina il nobile recinto dove si manifesta tutta la storia. Questo magnifico edificio, di cui esistono solo le pietre spoglie dell’oro e de’ marmi, servì di arena ai gladiatori combattenti contro le bestie feroci. Così si soleva divertire e ingannare il popolo romano, con emozioni forti, quando i sentimenti naturali non potevano più avere slancio.»
(Madame de Staël)

Dal Medioevo in poi è stato chiamato da tutti, per convenzione, Colosseo per le sue dimensioni, colossali, appunto. Ma il suo nome originario è Anfiteatro Flavio. Perché Flavia era la dinastia degli imperatori Vespasiano e Tito che lo costruirono tra il 72 e l’80 d.C. Del resto, gli antichi romani amavano divertirsi e il Colosseo, con la sua monumentalità, ha ben rappresentato i fasti di quell’impero che tanto aveva a cuore il divertimento e i momenti di giubilo della popolazione.

Utilizzato per gli spettacoli dei gladiatori, oltre che per molte manifestazioni pubbliche come le rievocazioni di battaglie famose o la rappresentazione di drammi tratti dalla mitologia greca, il Colosseo, fin dalla sua costruzione, diventa il simbolo di Roma. Nei secoli successivi alla sua costruzione, vede anche momenti bui, in cui perde le sue funzioni primarie, viene saccheggiato ed abbandonato a se stesso. Nel Medioevo, invece, il suo utilizzo è principalmente abitativo, con la Rota Colisei, l’antica arena, adibita a piazza centrale. È in seguito ai terremoti di inizio Ottocento che viene ristrutturato per presentarsi così come lo conosciamo ai giorni nostri.

Sono le sue dimensioni maestose e la sua forma ellittica ad averlo reso famoso. Chi lo ha visitato, lo conosce bene quel momento in cui, uscendo dalla fermata della Metro o arrivandoci di fronte a piedi, quasi mancano il fiato e le parole. È difficile che accada qualcosa di diverso quando ci si trova davanti un’ellisse di 527 metri di perimetro e un’arena che può contenere fino a 70.000 persone, con una superficie di 3.357 metri quadrati.

Dal 1980, il Colosseo è Patrimonio dell’umanità UNESCO insieme a tutto il centro storico di Roma, oltre alla Basilica di San Paolo fuori le Mura e la Santa Sede, mentre dal 2007 è stato inserito tra le Nuove sette meraviglie del mondo. Nel 2015, invece, è stato il monumento più visto al mondo, secondo soltanto alla Grande Muraglia Cinese.