Dal governo 20 milioni di euro per sostenere il settore delle mostre d’arte

mostre

L’emergenza sanitaria ha avuto pesanti ripercussioni sul mondo delle mostre d’arte, che sono state cancellate o rinviate o hanno subito una drastica riduzione dei visitatori. Ora il governo ha deciso di stanziare venti milioni di euro per sostenere questo settore con un decreto che il ministro per i Beni e le Attività culturali, Dario Franceschini, ha firmato ieri utilizzando le risorse del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali, istituito dal Decreto Rilancio.

“Ai 150 milioni di euro già autorizzati per sostenere i musei statali e i musei privati – ha detto il ministro Franceschini – si aggiungono adesso ulteriori 20 milioni di euro per il ristoro delle perdite subite dagli organizzatori di mostre. Con questo decreto prosegue l’impegno a sostegno dei settori del mondo dell’arte che stanno ancora attraversando un momento difficile anche in questa fase di ripartenza”.

Destinatari del fondo tutti gli operatori che hanno subito un calo di fatturato per la cancellazione, l’annullamento o il rinvio, a causa dell’emergenza Covid-19, di almeno una mostra d’arte in Italia o all’estero, nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 30 settembre 2020.

Potranno presentare domanda i soggetti la cui attività prevalente sia l’organizzazione di mostre d’arte e i soggetti erogatori di servizi di logistica, trasporto e allestimento che abbiano una quota superiore al 50% del fatturato derivante da attività riguardanti mostre d’arte.

Per richiedere i finanziamenti i soggetti devono avere la sede legale in Italia; essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa; non essere soggetti a procedure fallimentari e non presentare condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni.