‘Legge Antifascista Stazzema’: la raccolta firme è aperta in tutti i Comuni

Stazzema

Prosegue la raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo «Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti», annunciata sulla G.U. n. 260 del 20/10/2020.

Al momento delle 50000 firme necessarie per presentare in Parlamento e sottoporre al voto il progetto di legge, ne sono state raccolte più di 11000. La raccolta proseguirà fino al 31 marzo prossimo.

Il testo è sottoscrivibile negli uffici di tutti i Comuni d’Italia: si potrà firmare in presenza, presso l’ufficio preposto nel comune dove si è iscritti nelle liste elettorali (occorre informarsi perché l’accesso potrebbe essere su appuntamento, date le misure anti-Covid) e nei banchetti eventualmente predisposti (norme anti-contagio permettendo). L’iniziativa è stata lanciata da Maurizio Verona, sindaco di Stazzema e presidente del Parco Nazionale della Pace che si trova a Sant’Anna di Stazzema, il comune toscano che fu luogo dell’eccidio del 12 agosto 1944, una delle più tragiche stragi di civili delle milizie naziste che fucilarono 560 civili, fra i quali molte donne e bambini.

“Chiunque propaganda i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. La pena è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici”: questa una sintesi della proposta di legge.

“Abbiamo inviato il modulo a tutti i municipi italiani – continua il sindaco Verona -. Ad oggi stiamo coprendo circa il 90% delle amministrazioni e i numeri sono in crescita. I cittadini possono recarsi nel proprio palazzo comunale, agli uffici Urp o all’anagrafe elettorale, dipende dalle disposizioni, ma per qualsiasi informazione basta contattare il comune di residenza. Per aderire è necessario firmare il modulo di proposta di legge fornendo i propri dati anagrafici. La normativa prevede un minimo di 50mila firme, noi ci siamo dati il termine del 31 marzo per arrivare a questa soglia. La nostra pagina Facebook ‘Legge Antifascista Stazzema‘ è già arrivata a 11 mila membri, all’interno è possibile avere chiarimenti su ogni dubbio inerente alla proposta”.