Tu vuoi vivere nell’era del “CLIC” o nel “WILD”?

Tu vuoi vivere nell'era del "CLIC" o nel "WILD"?

Certe volte basta una sola  parola, un acronimo, una piccola invenzione linguistica per definire le contraddizioni del tempo in cui viviamo.

Per tentare di raggiungere gli obiettivi di Parigi e limitare l’incremento delle temperature del pianeta entro la soglia di 1.5°C le emissioni nel settore dei trasporti dovranno essere dimezzate nei prossimi 30 anni. Occorre quindi rivedere interamente e globalmente il sistema di trasporto pubblico. Ci ha dato una mano la pandemia:  “La crisi legata al COVID-19 ci offre un’opportunità unica di rivoluzionare il settore dei trasporti e passare a un modello più sostenibile”, afferma Kristina Church, Senior Investment Strategist for sustainable investments di Lombard Odier Investment Managers (LOIM). “L’obiettivo della rivoluzione della mobilità è raggiungere un modello di economia circolare, snella, inclusiva e pulita (Circular, Lean, Inclusive, Clean) – l’economia del CLIC. contrapposta al modello che definiamo WILD, (Wasteful, Idle, Lopsided e Dirty), basato sull’economia dello spreco, inattiva, asimmetrica e sporca”.

Secondo le stime di Lombard Odier IM, le emissioni di carbonio nel settore dei trasporti diminuiranno di circa il 14% nel 2020. È probabile che dopo la crisi di Covid-19 i cambiamenti nel settore dei trasporti accelerino. Molte città, come Londra, Parigi e Madrid, hanno già introdotto misure per spingere a ridurre l’utilizzo dell’automobile promuovendo l’utilizzo di aree pedonali, piste ciclabili e altre forme di mobilità attiva, consapevole e condivisa: “Stiamo andando velocemente verso investimenti e politiche di trasporto sostenibile di persone e merci, per gli spostamenti verso il luogo di lavoro e per quelli legati al tempo libero e i viaggi che si stanno sviluppando in un’ottica di maggiore attenzione verso l’ambiente, oltre a creare catene di fornitura più sostenibili.

Uno dei principali fattori di successo è rappresentato dalla e-mobility, la mobilità elettrica che, grazie all’innovazione tecnologica, presenta già livelli di emissione migliori in tutto il ciclo di vita rispetto ai tradizionali motori a combustione. Inoltre, anche i costi di produzione delle batteria stanno diventando sempre più bassi:

“La rivoluzione della mobilità crea opportunità uniche nel settore dei trasporti, come quelle di investimenti dal valore di 2 trilioni di dollari e una serie di altre aree, tra cui l’Internet of Vehicles (IoV), Mobility as a Service (MaaS), micromobility, biocarburanti, idrogeno, catene di fornitura di veicoli elettrici e trasporti più puliti. Gli investitori esamineranno con maggior attenzione i business model basati sul possesso di auto private, motori a combustione e viaggi aerei. Di conseguenza, ci sarà un miglioramento della posizione di mercato delle aziende che riducono, evitano o catturano l’anidride carbonica utilizzando approcci lungimiranti e basati sulla scienza”.

Il Gruppo Lombard Odier è un gruppo bancario svizzero indipendente, fondato nel 1796. La sua sede centrale è a Ginevra. Le sue attività sono organizzate in tre divisioni: private banking, gestione patrimoniale e servizi di back e middle office per altri istituti finanziari.