Il Maggio dei libri ci porta #inLibreria

Il Maggio dei libri ci porta #inLibreria

Cominciata nella Giornata mondiale del Libro e del diritto d’autore, la decima edizione de Il Maggio dei libri proseguirà quest’anno eccezionalmente fino al 31 ottobre, dando vita ad una serie di iniziative che, in attesa di poter tornare a colorare piazze, biblioteche, teatri, scuole, librerie e laboratori, trova nei canali social la cornice ideale in cui esprimersi.
Un’opportunità per continuare a incontrarsi e coltivare anche sul web il piacere di Leggere per scoprire se stessi, Leggere per scoprire gli altri e Leggere per scoprire il mondo, come suggeriscono i tre filoni tematici che accompagnano il tema istituzionale di questa edizione Se leggo scopro, rappresentato visivamente dall’opera dell’illustratrice Mariolina Camilleri.

“Sono felice di festeggiare i primi 10 anni di questa nostra campagna e soprattutto di constatare come la grande comunità costruita nel corso delle edizioni stia rispondendo all’emergenza: con spirito di resilienza e immutato entusiasmo”, dichiara Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura. Che aggiunge: “Abbiamo sempre sostenuto che la lettura ha un fondamentale valore sociale per la crescita personale, culturale e civile: momenti come quello che stiamo vivendo ci spingono a lavorare ancora di più, e in forme nuove, in questa direzione”.

Tra le iniziative lanciate in questa edizione speciale si segnala la nuova rubrica #inLibreria che, in un momento estremamente critico per tutta la filiera editoriale, vuole contribuire a dare visibilità agli editori e ai loro autori. E lo farà attraverso due iniziative parallele.
La prima sarà dedicata alla segnalazione, tramite brevi video di introduzione o lettura realizzati da autori o editori, dei libri usciti appena prima della quarantena, fortemente penalizzati dal blocco del commercio e dalla mancanza di promozione, e delle novità di imminente pubblicazione, per le quali potrebbe essere ancora difficile (o non consentito) organizzare presentazioni in librerie, a festival o fiere. La seconda, invece, consisterà nell’offrire la possibilità di organizzare due presentazioni di libri per ciascun editore (di imminente uscita o pubblicato poco prima della quarantena) sui propri canali social, condividendo un video di presentazione pre-registrato a partire dalle domande degli utenti.

Sul sito ufficiale www.ilmaggiodeilibri.it si trovano i dettagli per aderire.