Atlante dei mondi intermedi: va in scena la geografia dei confini reali e immaginari

mondi intermedi

La conferenza spettacolo Atlante dei mondi intermedi è la nuova produzione di Giallo Mare che andrà in scena venerdì 21 ottobre alle 21 al Minimal Teatro di Empoli. Firmato dal direttore della compagnia Renzo Boldrini, il lavoro ha coinvolto personalità di primo piano come il filosofo Alfonso Maurizio Iacono, docente all’Università di Pisa, e il geografo Mario Neve, docente all’Università di Bologna, affiancati dall’attore Tommaso Taddei, coadiuvato dalla designer multimediale Ines Cattabriga e dal designer audio luci Roberto Bonfanti.

«Si tratta di uno spettacolo-conferenza sulla necessità del gioco finzione, del quale i bambini son maestri, per incontrare l’altro e l’altrove – spiega Boldrini – per attraversare mondi intermedi, scenari possibili da anteporre al rischio sempre più concreto e di essere prigionieri di una realtà unidimensionale costruita sulla post verità, la fake news e l’inganno. S’indaga il confine, in termini filosofici e geografici, fra realtà e finzione tramite la messa in scena di storie di Platone, Borges, Ozner e le idee in movimento di Iacono e di Neve»

Atlante dei mondi intermedi è realizzato con il sostegno dell’Università di Bologna e il patrocinio dell’Università di Pisa, e, dopo l’anteprima nazionale a Empoli, sarà portato in una tournée che toccherà Università, Teatri e Istituti di cultura in tutt’Italia.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Giallo Mare Minimal Teatro (via P. Veronese, 10 – Empoli) 0571/81629-83758 o scrivere a info@giallomare.it.