La mobilità è libertà. Al via la quinta edizione di All Routes lead to Rome

mobilità

L’impatto del virus Covid-19, flagello di portata planetaria con effetti devastanti sulla salute pubblica e sul senso di sicurezza generale, ha spinto i governi di tutto il mondo ad adottare misure estreme che hanno inciso sulle libertà individuali e sulla mobilità delle persone in dimensioni che mai avremmo potuto immaginare.

Per disegnare le traiettorie future delle nostre città e dei territori, la 5a edizione del Meeting intende ripartire dalle parole del Capo dello Stato, Sergio Mattarella: “La mobilità costituisce un importante elemento di libertà, di pari dignità sociale, strumento che sottrae all’emarginazione territori e popolazioni, con particolare riguardo alle aree interne. È una missione di cui non va mai sottovalutata la finalità di interesse generale. Ogni linea ferroviaria (ed è una sofferenza pensare a quelle non più utilizzate) ci parla di uomini e donne, di luoghi, di comunità, di ciò che è l’Italia”

All Routes lead to Rome sostiene l’esigenza di una visione comune del nostro essere Paese: un piccolo lembo di terra, cerniera tra l’Europa e il Mediterraneo, su cui si è accumulata nei secoli una straordinaria varietà di storie umane che hanno lasciato tracce indelebili, numerose e diverse. Storie divenute paesaggi, tradizioni, culture e opere d’arte, con esperienze di comunità che hanno realizzato città, paesi, borghi e villaggi, da riconnettere con la mobilità attiva, in modalità collettiva e condivisa.
Il Meeting rilancia la campagna di SIMTUR “50+50=0x2050”: 50% di mobilità elettrica e 50% di mobilità ciclabile per azzerare le emissioni inquinanti e climalteranti entro il 2050.

I temi trattati dalla 5a edizione del Meeting saranno:
– mobilità dolce: disegnare nuove traiettorie con la persona al centro
– mobilità collettiva: il trasporto pubblico per una migliore qualità della vita
– mobilità condivisa: car sharing, bike sharing, scooter sharing, car pooling
– mobilità come servizio: modelli MaaS per ridurre traffico e inquinamento
– mobilità elettrica: energie pulite e rinnovabili per andare incontro al futuro
– mobilità inclusiva: la sfida di non lasciare indietro nessuno
– mobilità connettiva: tessuti urbani, periferie, aree marginali e paesaggi
– mobilità vitale: salute, benessere, ambiente, natura e clima
– mobilità ecologica: geografie di prossimità, aree protette e biodistretti
– mobilità spirituale: andare verso una meta per ricercare un senso
– micromobilità: nuove frontiere della libertà di muoversi
– turismo sostenibile: destinazioni e percorsi per viaggiatori, esploratori e viandanti
– turismo di comunità: luoghi di rigenerazione e di condivisione in sicurezza

Per la sessione TALKS non mancheranno i consueti confronti tra le migliori prassi, che si incontreranno per i tavoli di lavoro della Board nazionale degli Itinerari e saranno riconosciute dal Premio nazionale Go Slow presso la sede dell’ENIT – Agenzia nazionale del Turismo. Le conferenze, anche in questa edizione, ospiteranno relatori di spessore, chiamati ad offrire ai partecipanti una lettura dei cambiamenti in corso negli scenari del viaggio lento, della mobilità sostenibile e dei consumi culturali.

Il confronto su grandi temi connessi alle infrastrutture, ai servizi, all’intermodalità, alle energie rinnovabili, all’economia circolare e alle innovazioni nei settori dei trasporti e del turismo, consentirà al Meeting di confermarsi in grado di svolgere funzioni di:
– piattaforma nazionale di dialogo strutturato,
– laboratorio di politiche pubbliche,
– incubatore di reti sociali e d’impresa,
– osservatorio delle sfide future.

La sessione WALKS impegnerà per tre settimane il partenariato a garantire aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate letterarie, cicloesplorazioni, esperienze di trekking urbano, attività sportive, escursionismo fluviale, laboratori di mappatura partecipata, walkabout e poi concerti, spettacoli e altri motivi di convivialità.

La nuova sessione E-XPERIENCE consentirà a cittadini, pendolari, studenti e viaggiatori di sperimentare liberamente la mobilità elettrica nelle sue varie forme, dalla ecomobilità personale (con monopattini, segway, hoverboard, golf cart, ecc.) al trasporto pubblico elettrico e smart.

Per visualizzare le dirette, ad iniziare da oggi alle ore 10.00 con l’evento di inaugurazione:
su facebook: https://www.facebook.com/routes2rome/live/
su youtube: https://bit.ly/simtur-TV

Informazioni e programma:
https://meeting2020.tuttelestradeportanoaroma.it
https://www.facebook.com/routes2rome/events/
simtur.italia@gmail.com