Wooden Elephant: rivisitare l’elettronica con uno sguardo alla classicità

Wooden Elephant

Un quintetto d’archi internazionale specializzato nella rivitazione di album di musica elettronica sottoforma di suite acustiche, alternate con l’esecuzione di classici della musica da camera del Settecento. Questo sono i Wooden Elephant, che prendono parte alla rassegna levantese con una serata organizzata in collaborazione con il Cervo Festival, Festival internazionale di musica da camera di Cervo.

Stasera 24 agosto alle 21.30, a Levanto, presso l’auditorium dell’Ospitalia del Mare, avrà luogo il concerto From Boccherini to Björk, tredicesimo evento della trentunesima edizione del Levanto Music Festival – Amfiteatrof.
La rassegna musicale organizzata da Officine del Levante e dedicata al violoncellista Massimo Amfiteatrof, di cui MEMO è media partner, si svolgerà in presenza a Levanto fino al 3 settembre 2022 e sarà interamente trasmessa in streaming sulla pagina Facebook del Festival.

From Boccherini to Björk

Mercoledì 24 agosto, Auditorium Ospitalia del Mare, ore 21.30

con Aoife Ní Bhriain e Hulda Jónsdóttir (violino), Ian Anderson (viola), Stefan Hadjiev (violoncello), Nikolai Matthews (contrabbasso).

Wooden Elephant è un quintetto d’archi specializzato in contemporary classic, che dedica parte della propria attività alla re-immaginazione e rivisitazione di alcuni album di musica elettronica, che ripropone nella sua interezza sotto forma di suite strumentali totalmente acustiche.

Una grande ispirazione per l’ensemble e gli arrangiamenti proviene dal lavoro che Ian Anderson – violista e arrangiatore del gruppo – ha effettuato con la London Contemporary Orchestra. Nel 2014-2015 la LCO ha collaborato con il chitarrista dei Radiohead Johnny Greenwood, per il suo progetto di musica contemporanea per ensemble di archi, che poi è proseguita con un tour europeo e ha portato alla collaborazione tra LCO e Radiohead nell’album A Moon Shaped Pool. Durante questo percorso artistico Johnny Greenwood ha continuamente sperimentato con le tecniche di produzione del suono degli strumenti ad arco, che ha incluso l’utilizzo anche di oggetti inusuali in questo processo, come plettri e pacay shakers. Le sue costanti domande su “cosa succede se pizzichi le corde con questo oggetto” oppure “che suono produci se percuoti lo strumento con questo oggetto” hanno molto influenzato il lavoro di Wooden Elephant.

Il gruppo ha collaborato in qualità di artisti resident con Podium Festival Esslingen (Germania), uno tra gli eventi più apprezzati e riconosciuti a livello europe nell’ambito della musica contemporanea e della programmazione artistica cross-over. L’ensemble ha prodotto 3 album series, che comprendono suite ispirate a Homogenic (2017) di Björk, Kin (2018) dei Radiohead e Lemonade (2019) di Beyoncé. Wooden Elephant si è esibito in Festival e teatri come Berlin Konzerthaus,  Philharmonie de Paris’ Days Off Festival, London Jazz Festival, Schleswig-Holstein Musik Festival, and Beethovenfest Bonn.

L’ingresso è libero e gratuito, come per tutti gli appuntamenti in programma. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Levanto Music Festival – Amfiteatrof.
Per maggiori dettagli, è disponibile la scheda del concerto sul sito della rassegna.