Sostenibilità e innovazione: il Festival del Futuro di Verona prova a guardare avanti

Festival del Futuro

Se il futuro influenza il presente tanto quanto il passato, parlare di futuro non è fantasticare, ma cominciare a costruirlo. O, quantomeno, a lavorarci sopra. Da giovedì 19 a sabato 21 novembre a Verona o, meglio, in diretta web, si farà questo: tre giorni, oltre 40 ospiti e 20 tra dibattiti, keynote speech e interviste: ecco la seconda edizione del Festival del Futuro. Con il titolo Disegnare il nuovo mondo, il festival si propone quest’anno in versione all digital con, tra gli speaker, la ministra delle Politiche Agricole Teresa Bellanova, la direttrice di Telethon Francesca Pasinelli, Enrico Giovannini, portavoce di ASviS, Massimo Gaudina, capo della rappresentanza della Commissione Europea a Milano.

Spiegano i promotori del Festival: “L’invito a provare a disegnare il futuro, in questo 2020 attraversato da una crisi sanitaria ed economica senza precedenti, vuol essere uno sprone a mettere in campo le migliori competenze del nostro Paese per uscirne migliori, più forti e competitivi di prima”. Ecco, allora,che il Festival si propone come un punto d’incontro per economisti e scienziati con l’obiettivo di immaginare le rotte dei prossimi decenni, condividere tecnologie e opportunità di business per ripartire dopo il lockdown. Perché come spiega Gian Luca Rana, amministratore delegato di Pastificio Rana, main partner del Festival del Futuro: “Proprio nei momenti più difficili che bisogna cercare di avere una visione futura su cui focalizzare il proprio impegno, che vada al di là dell’emergenza attuale. L’innovazione è uno dei driver fondamentali su cui investire ora e nei prossimi anni per poter creare valore, favorire lo sviluppo di nuove competenze, qualificare la propria professionalità e dare, così, concrete opportunità di lavoro ai nostri giovani”.

Il Festival del Futuro nasce dalla partnership tra Harvard Business Review Italia, il Gruppo Editoriale Athesis ed Eccellenze d’Impresa. Per seguire gli interventi c’è una diretta streaming sui siti del Festival del Futuro, dei quotidiani L’Arena, Il Giornale di Vicenza e Brescia Oggi, delle tv Tele Arena e Tele Mantova e di Radio Verona, oltre che sulle rispettive pagine Facebook e sul sito dell’agenzia Ansa.

A seguire il programma di quest’anno, in sintesi.

Giovedì 19 novembre
Alle 11 i saluti introduttivi.
Alle 11.30 il primo panel: La sfida globale della salute con Pier Francesco Nocini, Rettore dell’Università di Verona, Francesca Pasinelli, Direttore generale di Telethon, Luciano Ravera, CEO di Humanitas, e Andrea Crisanti, Ordinario di Microbiologia e Microbiologia Clinica all’Università degli Studi di Padova.
Alle 12.30 keynote speech di Sabrina Baggioni, 5G Program Director, Vodafone.
Alle 13.30 il panel 5G applicazioni e possibili scenari.
Alle 14.30 il secondo panel Il cambiamento climatico: la sfida della sostenibilità comincia ora.
Alle 15.45 Tra digital e sostenibilità: una nuova traiettoria per le aziende.
Alle 16.30 il terzo panel della giornata: Nuovi orientamenti per anticipare e gestire crisi ed emergenze, in collaborazione con la Commissione Europea.

Venerdì 20 novembre
Alle 9 Può l’Italia diventare un leader tecnologico? Le condizioni abilitanti. Gli errori da evitare.
Alle 10 keynote break su Innovazione e tecnologia al centro dello sviluppo industriale italiano.
Alle 10.30 Tecnologia e lavoro: i nuovi paradigmi.
Alle 12 Quale ruolo delle donne nel disegno del nuovo mondo.
Alle 13 intervista sul tema Mobilità e smart city: i nuovi trend di sviluppo.
Alle 14 keynote speech di Grazia Pertile, direttrice dell’Unità operativa di oculistica dell’IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar.
Alle 15 il panel Innovazione e start-up.
Alle 16.30 il panel Le prospettive economiche e industriali dell’Italia nel nuovo contesto globale.
Alle 17.45 keynote speech di Andrea Montanino, Chief Economist della Cassa Depositi e Prestiti e presidente del Fondo Italiano d’Investimento SGR.

Sabato 21 novembre
Alle 9 il panel Agricoltura & Innovazione: il futuro è già presente.
Alle 10.30 il panel Il futuro del vino: visioni differenti, unica prospettiva. Scenari attuali e possibili sfide del prossimo decennio. A seguire la ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova terrà il keynote speech conclusivo del Festival del Futuro.